Glutammato monosodico: che cos'è, effetti collaterali, rischi e come trovarlo

Nonostante sia stato usato per molti anni prima, non è stato fino al 1968 che la polemica scoppiò sul glutammato monosodico, dopo che il Dr. Robert Ho Man Kwok descrisse in diversi rapporti medici una serie di sintomi che alcuni dei suoi pazienti sentirono dopo aver mangiato cibo cinese.

Un dipinto che fu in seguito battezzato - o conosciuto - con il nome del Sindrome da ristorante cinese  in relazione al fatto che si tratta di un additivo alimentare utilizzato soprattutto nei ristoranti asiatici, anche se in realtà abbiamo un aromatizzante o aromatizzante usato ugualmente in altri tipi di cucina e nell'industria alimentare stessa.

I suoi possibili rischi ed effetti sulla salute hanno suscitato molte polemiche, specialmente da quando la polemica sorse negli anni '60. Da allora, sono continuati i dubbi sulla sicurezza del loro consumo.

Cos'è il glutammato monosodico?

Consiste di un conoscente additivo alimentare la cui funzione principale è quella di migliorare il gusto di alcuni alimenti e prodotti alimentari trasformati. Ad esempio, nell'industria alimentare è utile che, tra gli altri aspetti, le carni lavorate e le medicazioni abbiano un sapore migliore, che il cibo congelato abbia un sapore più fresco e che i cibi in scatola non abbiano un sapore metallico.

Ed è che in combinazione con altri ingredienti è in grado di esaltare e accentuare il sapore del cibo, aumentandone così l'appetibilità.

Potremmo definirlo come un additivo che ha la capacità di "ingannare" il nostro corpo, facendoci credere da un punto di vista organolettico, che il cibo ha un sapore molto migliore quando in realtà non è così.

Spiegato più tecnicamente, possiamo dire che il glutammato monosodico è caratterizzato dall'essere il sale sodico del acido glutammico (Essendo una proteina la troviamo nella maggior parte dei cibi ricchi di proteine). Cioè, contiene il 78% di acido glutammico libero, il 21% di sodio e fino all'1% di contaminanti.

È ottenuto attraverso un processo di fermentazione da alcuni prodotti, come la canna da zucchero o alcuni cereali. Dopo aver attraversato questo processo passa attraverso un processo di raffinazione fino a ottenere puro glutammato monosodico, composto da glutammato o acido glutammato, acqua e sale.

Essendo un additivo alimentare è anche conosciuto con il nome di E-621, anche se a sua volta lo si può trovare in determinati alimenti se la sua etichetta nutrizionale contiene proteine ​​idrolizzate o estratto di lievito autolizzato.

Come possiamo trovarlo nel cibo?

Se vuoi scoprire se i prodotti alimentari che consumi solitamente contengono il glutammato monosodico (o se vuoi iniziare a pensarci al momento dello shopping e del supermercato), dai un'occhiata all'etichettatura del cibo ...

È comune trovarlo sotto la denominazione E-621o anche come glutammato monosodico, MSG, sale cinese, umami o ajinomoto.

Il consumo di glutammato monosodico è pericoloso?

Anche se è stato collegato alla sindrome da ristorante cinese, la verità è che molti studi scientifici non sono stati in grado di dimostrare una connessione tra questi sintomi e la presenza nel cibo cinese di glutammato monosodico.

È vero che questi sintomi possono apparire soprattutto in quelle persone che sono particolarmente sensibili agli additivi alimentari, e in particolare a detto additivo. D'altra parte, sono stati identificati alcuni effetti collaterali che tendono ad apparire dopo il consumo di alimenti contenenti questo additivo nella loro composizione, sebbene non siano stati correlati alla comparsa di tali effetti nel nostro corpo, quindi il loro uso è consentito nell'industria alimentare.

In effetti, alcuni studi scientifici condotti su roditori hanno dimostrato che questo additivo è capace di influenzare il cervello, causando ad esempio la diminuzione dell'ormone leptina, che interviene nel controllo del nostro peso corporeo e del nostro appetito. Diversi effetti collaterali sono stati osservati anche dopo l'iniezione di glutammato monosodico, come alterazioni di diversi organi associati alla funzione endocrina, sterilità femminile, obesità e danno neurologico.

A causa delle polemiche provocate, l'American Society for Nutritional Sciences ha condotto uno studio per valutare la sicurezza di questo additivo. La conclusione? Mentre è vero che ci possono essere persone più sensibili al suo consumo, non è possibile confermare i suoi effetti tossici e / o cancerogeni, escludendo possibili effetti sulla salute riproduttiva. È considerato anche a consumo sicuro fino a 16.000 mg. per chilogrammo di peso corporeo.

Effetti collaterali del glutammato monosodico

Il glutammato monosodico è considerato una neurotossina, il che significa che sovrastimola i neuroni, portandoli persino a uno stato di esaurimento come conseguenza di questa stimolazione artificiale, mentre allo stesso tempo è in grado di danneggiare il sistema nervoso.

Nonostante ciò, è un additivo alimentare accettato e comunemente usato in molti alimenti, specialmente e soprattutto nel ben noto cibo cinese venduto in molti ristoranti asiatici. Ma non è l'unico. Possiamo anche trovarlo nei prodotti surgelati, nei brodi e anche nelle zuppe in bottiglia.

Come mostrato in molti studi scientifici correlati, il consumo di alimenti contenenti questo additivo, specialmente in quantità elevate, può causare mal di testa, nausea, emicrania, spasmi muscolari e allergie. Mentre, nei casi più gravi, può causare crisi epilettiche, anafilassi, depressione e problemi cardiaci o irregolarità.

La Mayo Clinic identifica questo additivo come una causa di effetti collaterali come nausea, vertigini, sudorazione eccessiva, tachicardia, dolore toracico e debolezza fisica. Inoltre, il suo uso non è consigliato in persone che di solito soffrono di mal di testa come mal di testa ed emicranie, così come cefalea a grappolo, perché può causare e / o aumentare gli attacchi.

Ma come abbiamo indicato, gli effetti collaterali si manifesterebbero soprattutto nelle persone sensibili a questo additivo, considerandolo sicuro e senza rischi per la nostra salute purché non fosse consumato in grandi quantità.

Maggiori informazioni:

  • Attenuazione degli effetti mediati dalla leptina dal danno al nucleo arcuato indotto dal glutammato monosodico (American Journal of Physiology - Endocrinologia e Metabolismo).
  • Lesioni cerebrali, obesità e altri disturbi nei topi trattati con glutammato monosodico (scienza).
  • La valutazione di sicurezza del glutammato monosodico (The Journal of Nutrition).
  • Consensus meeting: glutammato monosodico - un aggiornamento (European Journal of Clinical Nutrition).
Questo articolo è pubblicato solo a scopo informativo. Non puoi e non devi sostituire la consultazione con un Nutrizionista. Ti consigliamo di consultare il tuo nutrizionista di fiducia. argomentiadditivi

4 Ingredienti che Avvelenano il tuo Cervello ✦Vita Felice✦ (Luglio 2024)