Perché l'ano fa male: queste sono le cause del dolore anale

Qual è l'anno?

il ano È la parte del corpo che si trova proprio alla fine del sistema digestivo, quindi il canale anale. Nello specifico, lo troviamo localizzato nell'area perineale, vicino ai genitali.

Voglio dire, si tratta di fine del tratto digestivo, in cui troviamo precisamente lo sfintere che regola il processo di defecazione. Quindi, l'area anale è irrigata dalla vena rettale inferiore e dall'arteria rettale inferiore, ed è qui che eliminiamo le feci e gas.

Per essere ancora più precisi, lo troviamo nel solco longitudinale che divide i glutei, costituendo la parte finale dell'intestino crasso, formato dal colon ascendente, trasversale, discendente, sigma, retto e infine l'ano.

Lo strato del rivestimento interno dell'ano, o mucosa, ha tre parti che si dividono nella parte ghiandolare, transizionale e squamosa (dalla parte più interna a quella più esterna), per continuare infine con la pelle del perineo.

Ce ne sono diversi problemi che colpiscono sia l'ano che il retto sono tremendamente comuni; in effetti, molto più abituale di quello che pensano. Tra questi problemi o condizioni più comuni possiamo menzionare la presenza principalmente di emorroidi, ragadi e ascessi. E meno comune la presenza di cancro.

È vero che puoi provare dolore all'ano?

La verità è che la maggior parte di queste condizioni tendono a causare dolore anale, che può sembrare strettezza o anche piccoli cretini che sembrano ciglia. Infatti, potremmo definire il dolore anale come dolore che si trova nell'ano o nel retto, o intorno all'area perianale. Il dolore mediatico anale è conosciuto con il nome di fugace.

La maggior parte delle cause che causano dolore all'ano sono benigne. Inoltre, il dolore anale è raramente indicativo di una condizione molto più grave come, per esempio, il cancro del colon-retto. Inoltre, il dolore può essere tremendamente intenso come conseguenza del fatto che in questa zona troviamo molte terminazioni nervose, eppure questo non deve essere un segno di patologia più grave o di una malattia più grave.

Quindi, dobbiamo tenerlo presente da solo il dolore anale non è mai una malattia, ma un sintomo di un disturbo o condizione che potrebbe influire sull'anno stesso.

Cause di dolore anale

Anche se è comune che il dolore anale sia causato da condizioni comuni come emorroidi, ragadi o ascessi, la verità è che in realtà ci sono molte malattie o problemi che possono causarle. Sono i seguenti:

  • Ragade anale: piccola lacrima che si trova sulla pelle dell'ano.
  • Fistola anorettale: Comunicazione anormale tra l'ano o il retto alla pelle intorno all'ano.
  • emorroidi: vene dilatate o infiammate che si trovano nell'ano o nel retto. Possono causare prurito e sanguinamento, oltre che dolore.
  • Ascesso periretto: presenza di pus nei tessuti attorno all'ano. Solitamente causato da un'infezione batterica, che tende ad accumularsi nell'area dell'ano.
  • Impaction fecale: massa di dure feci nel retto.
  • stipsi: difficoltà nell'eliminare le feci
  • Morbo di Crohn: processo infiammatorio cronico che colpisce principalmente il tratto intestinale, sebbene possa interessare qualsiasi parte del tubo digerente (dalla bocca all'ano).
  • Ematoma perianale: Conosciuto anche come emorroidi trombizzate esterne, consiste in un nodulo doloroso che si trova all'esterno dell'ano.
  • proctite: infiammazione della mucosa rettale.
  • Lone ulcera del retto: Provoca un forte dolore anale.
  • Prolasso rettale: protrusione del retto attraverso l'ano. Di solito provoca feci con muco o sangue.
  • Colite ulcerosa: malattia infiammatoria del colon e del retto, causando infiammazione e ulcerazioni, diarrea e frequenti dolori addominali.
  • Sindrome di sollevamento dell'ano: Spasmi che si trovano e si sentono nei muscoli attorno all'ano.
  • Cancro al colon: Consiste in un tipo di cancro che si sviluppa nell'intestino crasso o nel retto.
  • Cancro all'ano: Si presenta come un forte dolore all'ano, oltre al sangue nelle feci e nelle fessure nel retto. Certo, non è molto frequente.

D'altra parte, lo sapevi il dolore anale può anche essere causato da una cattiva alimentazione? Ad esempio, consumando cibi con molta fibra o molto piccante.

Tuttavia, anche se il più comune è che il dolore anale scompare in pochi minuti o ore di apparizione, o anche dopo pochi giorni, in caso di sanguinamento anale o sanguinamento appare nelle feci, o che il dolore continua più a lungo , è meglio andare dal medico per una valutazione rapida e tempestiva.

Come può essere sollevato?

Quando il dolore anale appare la cosa più comune è che si sentono solo tiri, e che in realtà la causa non ha importanza a causa del gran numero di terminazioni nervose che troviamo sia nel retto che nell'ano. Pertanto, c'è davvero poco da fare quando si tratta di alleviare il dolore, poiché nella maggior parte dei casi tende a durare alcuni secondi.

Tuttavia, se dura più a lungo, la chiave è andare dal nostro medico, che effettuerà un esame fisico e ci aiuterà a scoprire le possibili cause, soprattutto se il dolore si ripeterà nel tempo. Questo articolo è pubblicato solo a scopo informativo. Non può e non dovrebbe sostituire la consultazione con un medico. Ti consigliamo di consultare il tuo dottore fidato.

Sintomi del tumore dell’ano, la malattia silenziosa da conoscere (Dicembre 2019)