Tutta la verità sugli effetti della carne sulla salute

È stato nel mese di ottobre 2015, quando il dibattito sul consumo di carne lavorata e il rischio di cancro sono iniziati praticamente in tutto il mondo, dopo l'Agenzia internazionale per la ricerca sul cancro (IARC, dipendente dall'Organizzazione mondiale della sanità). Salute), incluso nel gruppo 1 (rischio maggiore di contrarre il cancro) il consumo eccessivo di carni lavorate, tra i quali troviamo salsicce e salumi.

In effetti, a questa stessa categoria appartengono anche altri composti o sostanze noti per la loro elevata cancerogenicità, come ad esempio nel caso di amianto o il tabacco da fiuto. Sebbene, sì, gli esperti hanno chiarito che "non significa che siano ugualmente pericolosi".

Allo stesso modo, Esperti IARC inclusi nel Gruppo 2A come "probabilmente cancerogeno" consumo eccessivo di carni rossetra cui carne di manzo, maiale e pecora.

Nonostante ciò, l'attuale società in cui viviamo sta aumentando il consumo di carne, che aumenta considerevolmente a causa di una maggiore accessibilità e di un maggiore potere d'acquisto di molti cittadini.

Infatti, come dicono molti nutrizionisti, stiamo vedendo come la popolazione tenda a consumare una quantità maggiore di alimenti ricchi di proteine, a scapito degli amidi come il riso o la pasta (specialmente nelle sue varianti integrali).

Sebbene molti di coloro che difendono il consumo di carne sostengono la storia dell'evoluzione umana, sostenendo che "non solo con verdure e verdure l'uomo ha raggiunto i nostri giorni", il fatto è che oggi il numero sta aumentando di studi scientifici che confermano -e avvertono- mangiare carne non sarebbe così benefico o innocuo come pensi

Un esempio è quello che succede con la valutazione scientifica che la IARC ha condotto l'anno scorso, che ha condotto una vasta meta-analisi in cui hanno esaminato oltre 700 indagini che avrebbero supportato le loro conclusioni, tra cui 400 studi epidemiologici, di cui 300 Faranno notare che la carne rossa potrebbe effettivamente produrre un qualche tipo di cancro.

Inoltre, si stima che un consumo di soli 40 grammi al giorno di salsicce aumenta il rischio di problemi cardiaci e cancro.

Questi sono gli effetti del consumo di carne nel tuo corpo e nella tua salute

Danno al DNA

Carni trasformate, come nel caso di salumi o insaccati, contengono nitrati o sali azotati, che sono - di fatto - le sostanze più tossiche che hanno questo tipo di cibo.

I nitrati sono in grado di trasformarsi in nitrosammine quando si trovano nell'organismo umano, considerato come una delle sostanze più cancerogene che esistono, causando danni al DNA (nel nucleo della cellula stessa).

Più presenza di sostanze tossiche

Ma le carni lavorate e rosse non contengono solo nitrati. In effetti, Si stima che un pezzo di carne contenga più di 900 sostanze tossiche. Ad esempio, l'uso di antibiotici, vaccini e ormoni nel bestiame è estremamente comune negli Stati Uniti. È anche comune consumare metalli pesanti dall'acqua e dall'ambiente.

Tutto ciò si accumula per anni nei tessuti adiposi (grassi) dell'animale. E cosa succede quando consumiamo carne contaminata con questo tipo di sostanze? Molto semplice (e allarmante): queste sostanze iniziano a degradare e a loro volta producono molte più sostanze tossiche.

Tra queste sostanze possiamo citare la presenza di cadaverina, di skatole o di indolo. Sebbene esistano già nella carne, quando entrano nel nostro organismo tendono a moltiplicarsi come conseguenza dell'azione dei diversi batteri nel nostro tratto digestivo.

Aumento del rischio di cancro

Si ritiene che vi siano tre tipi di cancro direttamente correlati al consumo di carne e carni lavorate: cancro del colon e del retto, della prostata e del pancreas.

Nel caso, ad esempio, del cancro del colon-retto (colon e retto), l'associazione tra questa malattia e il consumo di carne rossa è schiacciante.

Produce un effetto disbiotico e ci invecchia più velocemente

Quando consumiamo carne, a squilibrio nella concentrazione dei batteri intestinali che può contribuire allo sviluppo o al peggioramento di un'ampia varietà di malattie croniche e / o degenerative, in particolare di malattie intestinali.

In un altro modo, la carne influisce in modo molto negativo sulla buona flora batterica che aiuta il nostro organismo a rimanere in salute. Di conseguenza, l'autoregolazione del corpo viene alterata attraverso i batteri che ha per la produzione di sostanze essenziali, come la vitamina K.

Aumentare il rischio di malattie cardiovascolari

Oltre all'aumento del rischio di cancro, è stato anche osservato che il consumo eccessivo di carne rossa aumenta anche il rischio di malattie cardiovascolari, come è il caso, ad esempio, di ipertensione, arteriosclerosi e disturbi del metabolismo dei grassi.

D'altra parte, non solo aumenta i livelli di colesterolo e trigliceridi, ma anche l'acido urico, che in alte quantità provoca il disabilità del dolore alle articolazioni e alla gotta (infiammazione di una o più articolazioni a seguito della cristallizzazione e dell'accumulo di questa composto).

E cosa succede con un consumo insolito o eccessivo?

Come mostrano anche i ricercatori stessi, un consumo di carne basso ma non nullo può essere benefico per la salute. Cioè, evitando il consumo di carne lavorata (come le salsicce), e optando solo per la carne rossa in modo tempestivo e carne bianca più regolarmente.

Questo perché, da un punto di vista nutrizionale, la carne è un'importante fonte di proteine, ferro, acidi grassi essenziali e vitamine del gruppo B. Questo articolo è pubblicato a solo scopo informativo. Non puoi e non devi sostituire la consultazione con un Nutrizionista. Ti consigliamo di consultare il tuo nutrizionista di fiducia. argomenticarne

Le proteine in polvere fanno male? - Dr. Filippo Ongaro (Dicembre 2019)