Vivere positivamente le crisi personali: un modo per imparare e crescere

Nel momento in cui viviamo, tutto accade molto velocemente. Siamo concentrati sull'avere sempre di più. Una casa migliore, una macchina migliore, un salario più remunerato, i vestiti migliori da indossare ... Ma possiamo davvero vivere una vita piena senza aver attraversato una crisi personale prima? Se portassero via tutto, saremmo ancora felici?

Man mano che perdiamo alcune di queste cose, probabilmente molte persone stanno anche perdendo la loro felicità e iniziano a entrare in crisi. Crisi che spesso non può essere vista come positiva. Momenti e circostanze in cui la vita ti dice di fermarti, che c'è qualcosa che non stai facendo bene.

Stiamo collegando e collegando i momenti senza esserne pienamente consapevoli. Finiamo con un contratto di lavoro e poi iniziamo con un altro per paura, senza chiederci veramente se lo vogliamo per il resto della nostra vita. O semplicemente non troviamo un altro lavoro e riteniamo che non ne valga la pena.

In quei momenti in cui una persona inizia ad attraversare una crisi, di solito si sente perso, stordito, pieno di paure. A volte non sappiamo come tradurre ciò che la vita ci sta dicendo, anche il nostro corpo ci parla ma noi lo ignoriamo. Tuttavia, la realtà è che dovremmo vederlo come un nuovo palcoscenico che sta iniziando per noi.

Abbiamo la possibilità di ripensare a dove vorremmo davvero andare, se sono davvero appassionato di quello che sto facendo, o se sto fornendo o riempendo le mie lacune. Probabilmente attraverseremo un breve periodo di tristezza e depressione, ma a poco a poco le grandi finestre inizieranno ad aprirsi e vedremo di nuovo il sole.

Le grandi crisi portano a stadi migliori solo se arriviamo a sentire. Potrebbe essere il momento di recuperare quell'hobby che non avevamo nemmeno il tempo di fare perché eravamo così occupati a correre durante il giorno e piacere agli altri di adempiere ad alcune responsabilità, invece di soddisfare noi stessi. È tempo di fare passeggiate mattutine lungo la spiaggia a piedi nudi, fare un po 'di sport, che a sua volta ci aiuterà a secernere endorfine e adrenalina. Quegli ormoni che ci aiuteranno a poco a poco a sentirsi meglio, più pieno e più felice.

Albert Einstein ha detto che "Senza crisi non ci sono meriti. È nella crisi in cui emerge il meglio di ciascuno, perché senza crisi tutto il vento è carezza". Mentre Antoine de Sant Exupery disse che "L'uomo viene scoperto quando misurato contro un ostacolo“.

È tempo di non preoccuparti, ma di occuparti di te. Alzati presto, prenditi cura del tuo aspetto, fai una buona colazione. Anche il meglio che possiamo fare è rafforzare le relazioni personali come la famiglia o anche condividere tempo con amici intimi. Questi ci daranno sostegno e affetto. Non è male chiederlo perché sicuramente lo saremo sempre quando ne avessero avuto bisogno. Esprimere ciò che sentiamo e pensiamo una volta al giorno è anche un buon modo per mantenere l'ordine dentro di noi.

Prendere le redini della tua vita ti renderà coraggioso e prezioso per te stesso ora è il momento di prendere la direzione che vuoi prendere, ora puoi scegliere perché sai quello che vuoi veramente.

Come posso imparare dalle crisi?

Non c'è dubbio di fronte a una crisi personale, il meglio che possiamo fare è sperimentarlo come un'opportunità per imparare, soprattutto quando si tratta di errori dopo aver preso una decisione sbagliata.

Dobbiamo pensare, cercare di scoprire cosa abbiamo sbagliato. E anche se a volte è facile da raggiungere, nella maggior parte dei casi non è mai così semplice. Tuttavia, è sempre possibile rivedere ciò che è accaduto e, soprattutto, ciò che possiamo fare diversamente in futuro, per non cadere di nuovo nello stesso errore.

Il più raccomandato è sempre comprendere una crisi personale come uno stato temporaneo di disorganizzazione e disturbo. Voglio dire, è temporaneo, il che significa che non sarà una situazione che si estende nel tempo, cioè indefinita. Si riferiscono piuttosto all'incapacità che abbiamo in quei momenti di gestire situazioni specifiche che si verificano in quel momento.

Per questo motivo c'è una frase molto bella che ci aiuterà in quei momenti: il bagaglio della vita, che stiamo riempiendo a poco a poco con gli anni, è ciò che ci aiuta ad affrontare situazioni difficili. Cioè, con ogni crisi impariamo quali meccanismi di difesa e azione ci hanno aiutato e quali no.

Pertanto, l'importante è non essere coraggiosi perché non abbiamo paura, ma essere coraggiosi per avere la possibilità di andare avanti nonostante la paura. Questo articolo è pubblicato solo a scopo informativo. Non può e non deve sostituire la consultazione con uno psicologo. Ti consigliamo di consultare il tuo psicologo di fiducia.

Rabbia e aggressività: esercizio psicologico per renderle costruttive - Esercizio#08 (Dicembre 2019)